Le casette dell’acqua

Le casette dell’acqua sono finalmente una realtà. Abbiamo lavorato e lottato per ottenere questo servizio per i cittadini, che è anche un segno di civiltà e di rispetto per l’ambiente.

La prima casetta nel Piazzale Ugo La Malfa con il primo servizio di acqua fresca potabile naturale o frizzante ad un massimo di 5 centesimi al litro.

L’acqua è microfiltrata, purificata dal cloro e debatterizzata.

Ogni casetta permette di risparmiare e di proteggere la natura, evitando la produzione di milioni di bottiglie di plastica e il consumo di anidride carbonica per il loro trasporto.

Altre casette sono in fase di installazione negli altri quartieri della Città.

L’appalto del servizio prevede nove punti di l’installazione delle strutture: 

zona Bibbiria,

XXV Aprile,

Villaggio Mosè,

Villaggio Peruzzo,

Giardina Galotti,

Montaperto,

Fontanelle, 

Monserrato,

Villaseta

Piazza Ugo la Malfa

ACQUA MINERALE IN BOTTIGLIE DI PLASTICA –

CONSUMO PRO-CAPITE 206 litri

– oltre 12 milioni di litri annui ad Agrigento

– quasi 7 milioni tra bottiglie e bottigliette di plastica all’anno ad Agrigento

Risparmio per le famiglie valutato intorno ai 121 euro all’anno

Utilizzo dell’acqua pubblica nelle casette dell’acqua che saranno 9 a km zero significa – RISPARMIO

RISPETTO PER L’AMBIENTE

RISPARMIO ENERGETICO

MENO PLASTICA

RISERVA D’ACQUA perché per produrre una bottiglia in plastica da un litro servono tra le altre cose 7 litri di acqua

L’80% dell’acqua imbottigliata in Italia viene trasportata su gomma – un autotreno può immette nell’ambiente anche 1300 kg di CO2 ogni 1000 km

Un giro d’affari di miliardi di euro l’anno a vantaggio di pochi e a scapito dei cittadini e dell’ambiente.

CI AIUTI A SALVARE L’AMBIENTE E … RISPARMI

TI PARE POCO?

Scroll Up