Gli impianti sportivi

All’atto dell’ insediamento la Giunta Firetto ha preso atto di una grave condizione di abbandono e inadeguatezza del sistema degli impianti sportivi della città.

Lo stadio non aveva le condizioni minime per iscrivere l’Akragas tra i professionisti della Lega Pro, il palazzetto dello Sport era chiuso da anni, la piscina comunale chiusa da anni, l’impianto del Villaggio Peruzzo impraticabile, l’impianto polivalente di Villaseta impraticabile, l’impianto di Fontanelle inidoneo alle gare ufficiali.

Gli altri impianti del Villaggio Mosè e di Villaseta, tutti chiusi.

In poche settimane è stato adeguato l’Esseneto mediante un intervento congiunto realizzato con risorse comunali che private dell’Akragas.

Non c’erano le risorse comunali per realizzare i necessari interventi per recuperare la funzionalità degli impianti.

Così si è fatto ricorso ad una modalità di partnership pubblico/privato con risultati lusinghieri che sono tangibili.

La piscina comunale, il palazzetto dello Sport, l’impianto polivalente di Villaseta, l’impianto del Villaggio Peruzzo, l’impianto della Villa del Sole, sono tutti operativi e funzionali, sono al servizio dei cittadini e delle associazioni sportive di base, il tutto con condizioni economiche di stabilità e continuità che non gravano sulle casse del comune che incassa dei canoni.

In sintesi abbiamo realizzato milioni di investimenti privati su beni comunali arricchendo il patrimonio pubblico.

Abbiamo rifunzionalizzato impianti sportivi che altrimenti sarebbero ancora chiusi.

Abbiamo azzerato i costi connessi con il loro funzionamento e creato perfino poste di entrate per le casse comunali perché una quota viene versata al Comune e quindi a disposizione della collettività.

Scroll Up